Uso in cucina

Caciotta dell'Appennino modenese

La caciotta si distingue per il sapore pieno ed armonioso che esalta la delicatezza della lavorazione e la qualitÓ del latte, rigorosamente selezionato, utilizzato per la sua produzione.

Un vecchio adagio modenese raccomanda di non alzarsi da tavola senza prima aver mangiato formaggio; antiche ricette dell'Appennino modenese abbinano la caciotta alle frittelle di castagne, alla polenta, alle confetture di frutta e al miele, in particolare millefiori; ma non solo poichÚ risulta gradevole al palato anche l'abbinamento con gnocco fritto o crescentine ben caldi, oppure semplicemente con una fetta di pane fresco.